Le improbabili interviste di Pelò – Luisa Balsamo

Luisa Balsamo 1

 

 

 

 

 

 

 

E’ una donna forte e non ci sono dubbi, coriacea e da ammirare per l’impegno che ci mette nel fare ciò in cui crede e la fa star bene.

L’ho conosciuta in Mauritania, durante la mia prima esperienza desertica e da quel momento ho sempre notato la sua presenza nelle varie competizioni ammirando il suo saper restare dietro le righe nonostante la forza che mette in campo .

Forse non ha afferrato la sottile ironia della prima domanda o forse non l’abbiamo afferrata noi, resta il fatto che Luisa Balsamo, grande campionessa di tutti i giorni,  indossa benissimo lo spirito D.A.S.

Pelò conferma !!!

Andrea Pelo di Giorgio

1) Luisa Balsamo …testanera , oreal, provot o cos’altro ?
Luisa Balsamo , conosci ? anti – tutto

2) Cavolate a parte , chi è Luisa Balsamo ?
Sono me stessa , una donna , molto vicina alla mentalità maschile , ma soltanto perché sono cresciuta in mezzo tra due fratelli maschi . Una donna normale con la super passione per la corsa , senza limiti , senza regole e soprattuto verso l’infinito spazio che la natura ci offre .

3) la leggenda metropolitana narra di una tua provenienza dal pianeta Sferzy, se non è vero cosa ci facevi nella stiva dell’astronave di Guerre Stellari ?
Mannaggia mi hanno scoperta e mi hanno catapultato mio malgrado nel pianeta terra !

4) la corsa ….. prosegui tu
La corsa é il trampolino di lancio della mia vita

5) Ti ho conosciuto in mauritania, anno 2007. A metà della tappa lunga mi hai sorpassato sverniciandomi e concludendo la prova qualche ora prima. Era un ghigno quello che sentii?
Assolutamente no ! Se ben ti ricordi ti ho pure chiesto se avessi bisogno di qualcosa perché mi ha stupito vederti in difficoltà , ti avevo visto fino a quel minuto come un super eroe ! Nessun ghigno , non potrei mai se non in pochissime occasioni …

6) Strade deserto, ghiacci, montagna quale terreno preferisci ? quale invece è il più congeniale alle tue caratteristiche ?
Tutto quello che mi aiuta a sognare e a rilassarmi mi é congeniale . Forse oggi la meno divertente per me é diventata la strada , ma soltanto perché non mi ritrovo più nell’ambiente che vi gira intorno . Troppi calcoli , andature , velocità , tempi e intertempi . Amo la natura perché mi porta fuori da certi schemi , perché mi fa vivere un agonismo diverso , più vero , più puro , più genuino .

7) Perché le lunghe distanze ?
Non c’ è un perché . Penso che si nasca con certe caratteristiche . É una questione di indole . Una passione diversa , incontrollabile . Le lunghe distanze permettono una simbiosi con tutto quello che ci circonda . Le interpreto come un bel viaggio in compagnia di tutti e di nessuno .

Cosa ti rimane dentro dopo la linea finisher di un ultra ?
Tanta stanchezza , uno stato di semi incoscienza , troppa stanchezza per apprezzare il traguardo . Le ultra si assaporano durante e dopo . Il dopo é un continuo di flash , di ricordi , di episodi , di piccoli attimi che da insignificanti diventano importanti e profondi . Rimane una traccia che farà parte di me stessa e che si unirà a tutte le altre che verranno e che ci sono già state .

9) La tua più grande gioia e la più grossa delusione.
Ogni traguardo per me é una grande gioia . Forse l’Oman e il TOR sono state le mie più grandi gioie perché sono state due gare che ho costruito con la consapevolezza di doverle affrontare da sola , anche se poi il TOR l’ho affrontato insieme ad un mio amico conosciuto ad una delle tante Marathon des Sables . Delusioni sono soltanto i ritiri , oltre quelli non ci possono essere delusioni per qualcosa che piace fare .

10) il cannolo siciliano viene considerato come una bomba calorica ma non li ho mai visti nel tuo zainetto tecnico di gara , come mai ?
Si sgretolerebbero troppo facilmente e verrei attaccata dalle api e dalle mosche !

11) Sicilia , terra fantastica piena di colori e cordialità, la sua posizione ti crea difficoltà nella partecipazione a competizioni (Africa esclusa che ci più andare a nuoto) ?
Sicuramente . Purtroppo ogni spostamento non é proprio il massimo . Se fossi nata al nord avrei fatto almeno il doppio delle gare ! Ma pensa che anche per andare in Africa devo prima salire su verso Milano o Roma e poi scendere nuovamente !

12) Mentre stai tranquillamente riposando il tuo relax viene interrotto dal suono del campanello. E’ un dromedario che asserisce di averti dato un passaggio di oltre 30 km nell’ultima Marathon des Sable alla quale hai partecipato. Mario (il suo nome) minaccia di andare alla sede della Gazzetta dello Sport, spifferare tutto e sputtanare la tua immagine di sportiva leale. Puoi comprare il suo silenzio offrendogli una serata galante nella Palermo bene (quella di Carmelo) con Happy Ending. Cosa fai ?
Vuoi mettermi alla prova da buona siciliana ?
Facile ! É sicuramente il più classico dei miraggi ! Lo saluto e chiudo la porta !
(Ho risposto prima ancora di leggere le possibilità ! )
a) sbatti la porta e torni a letto, tanto è un sogno di cattivo gusto ma divertente.
b) gli dai un pugno sulla mascella e lo denunci per diffamazione locusta (che non ha significato ma ci sta bene)
c) rea del malfatto chini la testa ed accetti
d) non rea del fatto accetti lo stesso perché una gobba l’è mie che du
e) gli fai una proposta di matrimonio perché un dromedario è sempre un bel partito
f) chiami i carabinieri e mi denunci per destabilizzazione psicologica***

*** se hai risposto F è inutile che prosegui tanto l’intervista non la pubblicherà nessuno

13) L’ornitorinco difficilmente riesce a risolvere un equazione. Puoi fare qualcosa?
Decisamente no

14) Durante le tue ultra sfide il tuo pensiero e’ libero di vagare nei meandri dell’esistenza umana o necessiti di una concentrazione costante ed intensa?
Vaga vaga … a volte anche troppo , ma resto sempre abbastanza concentrata quando serve

15) Un personaggio che stimi moltissimo
Che domanda ! Marco Olmo

16) Libri o Fumetti ?
Prima fumetti , adesso libri

17) Chi è Cattivik ? (vietato fare ricerche)
Un personaggio dei fumetti di Bonvi

” per la precisione creato da Bonvi e passato a Silver” 

18) Luisa donna di tutti i giorni com’è ?
Una donna normale che conclude ogni giorno la sua ultra tra lavoro , casa , famiglia , corsa , cani etc …

19) Nella competizione più importante del tuo anno agonistico, nonostante il tuo stato di grazia, la tua rivale diretta te le suona
a) complimenti è stata più forte
b) complimenti , però se stavo bene le cose sarebbero andate diversamente
c) è proprio una gran stronza
A , assolutamente A

20) Mediamente quanti km alla settimana passano sotto ai tuoi piedi ?
100/120 dipende da cosa preparo

21) A quante competizioni ultra partecipi in un anno ?
Due , al massimo tre o quattro

22) La tua corsa è solo ultra o partecipi a gare su tutti i chilometraggi ?
Se per ultra intendi oltre i 50k allora solo ultra

23) La paura ti aiuta ? Qual’è la più grande prima di prendere il via per un avventura ultra ?
La paura é l’unica sensazione che non provo mai . Non potrei mai partecipare alle gare che faccio se avessi paura

23) Percentuali in campo Ultra ( assegna le tue personali percentuali in base alle seguenti voci)
Cibo tecnico 10% Cibo classico 50%
Preparazione fisica 70% Mente 60%
Istinto ……. Razionalità …….
Tattica 50% A sensazione…….
Sky ….. digitale terrestre …….

24) Calcolare le calorie obbligatorie da mettere nello zaino per me è sempre stato il lavoro più odioso delle gare di lunga durata …… tu quale odi maggiorante?
Le calorie non le ho mai calcolate () , ho sempre avuto l’alimento di copertura per raggiungerle ! Compattare lo zaino per me é un lavoro forzato ! Concentrarmi per non dimenticare nulla e poi regolarmente scoprire di aver dimenticato qualcosa ! Lo faccio sempre , anche adesso , dopo tutte le gare che ho fatto ! Non sono perfettina né metodica , faccio tutto cercando di esserlo ma con scarsi risultati !

25) La voce che ti vede come futura IronWoman del triathlon è fondata, affondata o mai esistita ?
Potete stare tranquilli !
Affondata . Odio nuotare

26) Un consiglio alle donne sognatrici ?
Sognate , non smettete mai di sognare ! Non costa nulla e ci permette di volare !

25) la tua giornata tipo
Sveglia alle 4.50 . Allenamento alle 5.40 . Ore 7.00 doccia . Ore 8.00 passeggiata con i cani in montagna (sopra Palermo) . Ore 9.30 negozio . Ore 13.00 spesa, casa con pranzo . Ore 15.30 passeggiata con i cani . Ore 16.00 negozio . Ore 20.00 casa , cena e poi non ricordo più nulla !

27) LA scelta di un negozio di triathlon è legata alla domanda 25 ? ti lascio uno spazio pubblicitario.
In realtà é anche triathlon , ma anche nuoto , running e trail . É una passione lunga una vita . Organizzo anche gare e da quest’anno con l’associazione sportiva di cui sono anche Presidente abbiamo un progetto ambizioso per una scuola di atletica per bambini .
Il negozio , Triathlet per l’appunto , appoggia tutto quello che promuove lo sport , con professionalità e competenza .
Sembra proprio uno spot a tutti gli effetti !
Da poco meno di un mese ho aperto il nuovo punto vendita , molto moderno , originale e d’effetto . Voglio dare un’immagine diversa , più personale e soprattuto più affasciante . Pensa per esempio che ciascuna scarpa é esposta all’interno di una cornice dipinta sulla parete . La trovo un’idea fighissima !

27) Cultura generale : come si chiama la moglie di Enrico la Talpa (Lupo Alberto) ? (risposta valida senza spiare sul web o ricercare nei giornalini, o la sai o no la sai)
Cesira .
Mi sembra di capire che ami moltissimo i fumetti !

28) Il tuo sogno ?
É un sogno , non si dice !

29) E’ giunta l’ora di congedarmi ?
Congedarti o congedarmi ? Se riferito a te mi stavo cominciando a riscaldare . Se invece è riferito a me allora no , non é giunta l’ora

30) Domanda basilare : da uno a dieci quanto ti senti lusingata dalla decisione di intervistarti di Pelò ?
Molto di più e lo dico con sincerità

un abbraccio di stima Luisa e grazie
Grazie a te e spero di vederti in giro prima o poi

Pelò

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*