Across Me

23 Luglio 2020

Identificarla con un nome,

l'azione immediatamente successiva all'ufficializzazione di un idea, specialmente se Malsana :-). 
Dare un'identità alle mie intenzioni è, per me, molto importante ....come dare il nome al proprio figlio,  lo si fa subito,  anzi addirittura prima (io arrivo un po' lungo effettivamente)
Serve un appellativo che ne denoti il significato (per me) , che stimoli qualcosa nella mia mente e che sia capace anche di essere ironico (spiegata la presenza del fumetto Pelò), un aspetto imprenscindibile che ha il potere di allontanare (gioco mentale) la serietà e l'impegno necessario per essere preparata ed affrontata.  
Non è sempre semplice trovarlo,  deve rispettare determinati requisiti:
- suonarmi bene in testa
- essere comprensibile  
- trasmettere quanto ci sia al suo interno 
- stimolare la fantasia
- essere semplice ed al contempo non scontato
- stimolante
- immediato ma anche da ragionare
- deve creare curiosità a chi mi conosce ma anche a chi non
 
Ci ho girato attorno un po' di tempo usando la tecnica "brain storming" segnando in un foglio bianco tutto ciò che la mia testa partoriva.  
Pensavo meglio 😀  ..... devo dire la verità 😀
Non ho ottenuto un gran risultato la mia fantasia è rimasta ancorata nell'ambito dello scontato, dell'insipido e privo di quanto volessi creare. 
La doverizzazione imposta non giocava a mio favore .... tutto nella regola di essa insomma.  
Nebbioso e  ripetitivo ....su e giù per un vicolo cieco che non faceva altro che propormi  le stesse immagini,  viste da punti di osservazione diversi ma sempre le stesse.
Decido quindi di correre, lascio andare i "doveri" , le forzature ed i pensieri fluiscono liberi e sciolti mentre le gambe girano su un percorso lontano dall'asfalto.
L'imprinting arriva da solo, non era lontano, si ancora a qualcosa che fa già parte della mia storia,  ....Io , l'attraversata podistica dell'arco alpino.
Quell'avventura fu semplicemente "...Io" proprio perchè ero IO, 
è stato un viaggio dentro me
un esaudire qualcosa che IO volevo, 
dare strada a ciò che IO ero in quel preciso istante.
 
Oggi è la stessa cosa, è come essere davanti allo specchio di quel passato e magicamente sostituire  l'ambiente montano con uno completamente opposto lasciando inalterato il concetto, 
Quella di oggi (domani in realtà visto che si parla del 2021) sarà un avventura sicuramente molto più complessa ed impegnativa nata  e confermatasi a posteriori di un periodo molto difficile e pesante in cui la parola libertà a tratti è stata un po' maltrattata, ...non rispettata. 
Forse Covid19 ha leggermente velocizzato l'ufficializzazione di quanto vive dentro me .... forse......
forse no, forse sarebbe uscita lo stesso. 
Non importa, 
di certo c'è che quest'idea pulsava dentro già da un paio di anni ;
di certo c'è che dopo un periodo di "clausura" la voglia di evadere inevitabilmente spinge. 
non importa, ripeto, ciò che importa è andare verso se stessi, creare e progettare e ....dare un nome 😀  
"ATTRAVERSO ....IO"  
ho sentito dentro questo.
L' ....Io è il solito ( che palle Pelo 😀 ), 
è l'Andrea che conosco quello che da ormai tanti anni beve e si ristora vivendo emozioni forti derivate da avventure più o meno impegnative;
l'Andrea che si alimenta esplorando l'ignoto di ciò che succederà portandosi a spasso tra le difficoltà fisiche e mentali;
l'Andrea rapito dagli ampi spazi quelli in cui non c'è una direzione imposta ma c'è la possibilità di seguire il proprio istinto sterzando improvvisamente rispetto alla rotta "consigliata" (#assenzadiconfini);
l'Andrea che si preoccupa del "dove andremo a finire",  dei danni che l'umanità sta causando alla natura,
l'Andrea che cerca di amplificare messaggi (già esistenti) muovendo, nel suo piccolo, l'opinione pubblica sull'importanza di fare QUALCOSA VERSO ....di muoversi.
La Rotta Ideale

Attraverso perché sarà quello che in fondo farò: Attraverso (cercherò di attraversare) il Mare Adriatico;
Attraverso perchè sarà attraverso questa avventura che avrò la possibilità di amplificare il messaggio e di sostenere le importanti campagne a salvaguardia dell'ambiente;
Attraverso perchè attraverso questa avventura, ancora una volta,  attraverserò me stesso entrando nel profondo, raggiungendo gli estremi fisici e mentali in cui sarà molto più facile mollare che proseguire, in cui la fatica ed il disagio diverranno le prime alleate del mio coraggio.

Attraverso ....Io 
ha, oggi, un impatto immenso, la libertà che è in grado di infondermi è talmente possente che varia il mio battito cardiaco ogni volta che la fervida immaginazione che posseggo mi dipinge disperso nel blu infinito. 
Non c'è giorno in cui non mi senta già avvolto e cullato dal mare. 
Sarà un viaggio bellissimo. 
Attraverso ....Io
Attraversata natatoria del mare Adriatico
Partenza: Pola (Croazia) 
Arrivo: Cervia (Italia)
km 137 (dato Garmin)
Periodo : Luglio - Agosto 2021 
Info Whatsapp : 340 4057390
Info Mail: andigio.pelogmail.com 
Andrea Pelo di Giorgio 
DomaniArriva Sempre 
 

9 Luglio 2020


Mi diverto a definirle ironicamente così quel tipo di idee, 

"Malsane" 
ad essere sincero ogni tanto le chiamo anche belliche usando il termine come metafora per indicarmi come combattente ma preferisco malsana, sposa più la "pazzia", la follia, il mio essere naif (come disse una volta qualcuno aggiungendo poi termini molto colorati) , il mio autodefinirmi "fantasista sportivo"  
Belliche rende l'idea , vero, ma io dentro ho e credo nella pace, nell'accordo tra le persone quindi (possibilmente) cerco di evitare l'accostamento con termini prettamente guerrafondai. 
Preambolo finito  e ....... post finito,  volevo solo dir questo 😀  
Eheheh, andai scherzando, in realtà in questo post voglio solo parlare di un idea che da un paio di anni mi frulla nella testa e che, col passar del tempo, spinge sempre maggiormente. 
Conoscendomi non potevo, non volevo non dargli corda e non farla crescere. 
In fondo come si fa a non farsi rapire da profonde e potenti sensazioni che bussano alla porta ?  
 

L'ho guardata già da vari lati, col mio fare leggero ma anche con quello più pesante e ho metabolizzato, in questo lungo tempo, che si può fare anzi ....specifico ..... che potrei riuscirci. 

Un paio di volte l'ho data in pasto ai social in modalità mascherata. 
Buttata alla mercé del grande fratello sotto forma di una traccia diritta con definiti i km totali ( 133 / 137) la prima volta e col dislivello (zero) la seconda volta.  
Qualcuno ha anche intuito di cosa si trattava, .... in fondo non ci vuol la scala per chi mi conosce.
-  dislivello zero, 137 km circa ma dove sta la difficoltà Pelo ? ..... non sarà mica in ..... ? 
E' proprio lì,  è giunta l'ora di cominciare a parlarne, di renderla pubblica ed iniziare di a muovermi per approfondire l'analisi nei minimi particolari e trovare appoggi, partner.
Non ha ancora un nome ma è una traccia rinomata nella mia città, qualcuno la fece in Surf ( la leggenda narra così) , qualcuno la fece con lo sci nautico a staffetta, forse qualcuno l'ha fatta anche in Sup (non ne sono sicuro, mi pareva di aver sentito qualcosa in merito), a Pelò piacerebbe farla a nuoto.  

Pola - Cervia  circa 137 km nuotando su di una traccia immaginaria ( naturalmente gialla) che, attraversando l'adriatico unisce la Croazia all'Italia. 

Non cerco record, solo emozioni forti, adrenalina, libertà profonda quella che solo certi spazi con il loro "niente" riescono ad infondermi. 
Cerco la sensazione della mia immensa piccolezza in mezzo alla vastità del mare che si contrappone ad una potente  grandezza che percepisco dentro ..... anche solo nel decidere di affrontare la sfida. 
Cerco delle nuove ed ancora ignote difficoltà per ...... vedere cosa succede ......
La bellezza dell'ignoto, colui che ci permette di sapere qualcosa in più sfumando nell'esplorazione dell'attimo. 
Ci sono già tante cose dentro di me, una lista di particolari da "risolvere", una di opportunità da sfruttare ed una marea di varie ed eventuali da mettere in conto. 
Servirà Resilienza ma sopratutto servirà Antifragilità, 
è la strada del mio mondo e già a percorrerla con l'immaginazione mi fa sentire molto bene. 
Direzione Cervia ..... la spiaggia già mi attende. 
Andrea Pelo di Giorgio 
Domani Arriva Sempre