24 maggio 2018 ….. “Un Po …… di Oliver Mordenti”

L'anguilla si sta estinguendo. Nella veste di caporedattore e giornalista di Domani Arriva Sempre  potrei anche fregarmene, in quanto assolutamente non consumatore di carne di anguilla ma .... non sarei sicuramente coerente con me stesso per almeno due importanti motivi:
    1. verrebbe a mancare un importante anello della catena naturale che creerebbe degli importanti scompensi e una serie di variazioni/adattamenti che madre natura sarebbe costretta a mettere in atto macchiando indelebilmente la mia coscienza di amante della natura.  
    2. Un ricercatore si troverebbe nella condizione di abbandonare un settore nel quale ha investito per anni, passione, tempo ed energie (certo Storioni e Polpi gli manterrebbero il tempo impegnato) invalidando anche le sue cene "ci son dei chilometri" che così sarebbero mancanti del motivo di discussione primario cioè il ciclo riproduttivo delle anguille ed il mio valore umano. 
Puntualizzato questo va detto che il ricercatore a caso, il primo uomo mondiale che ha ottenuto importanti risultati nella riproduzione dell'anguilla in cattività è proprio uno dei personaggi più importanti del nostro team e che proprio dalla sua passione professionale, la preoccupazione per i suoi ragazzi e per quella della corsa è partito il progetto che ufficializziamo proprio attraverso le pagine di Domani Arriva Sempre ASD. Nella fattispecie stiamo parlando del Prof. Oliver Mordenti ricercatore per conto del DIMIVET dell'Università di Bologna. Oliver infatti, guidato da una grande passione, negli ultimi 10 anni ha dedicato tantissimo tempo a studi, ricerche ed esperimenti per arrivare ad un risultato strabiliante grazie ad un team di studiosi universitari abilmente creato e diretto da lui. Tutto questo nonostante i fondi ministeriali messi a disposizione per le ricerche siano veramente un inezia rispetto a quanto servirebbe e quanto stanziato da stati esteri impegnati nello stesso progetto. Oggi però l'esigenza di fondi per la ricerca (DONA QUI) e per la creazione di borse di studio per gli studenti è diventato un punto molto importante per il proseguo di quanto seminato negli anni passati. E' tempo quindi di idee nuove, di nuovi tentativi, al fine di sensibilizzare e di far conoscere cosa si potrebbe fare e quali sarebbero i vantaggi della riuscita finale di questo progetto/studio. Ironicamente parlando si potrebbe dire che il traffico nella rotta Mar Adriatico - Mar dei Sargassi diminuirebbe molto e con esso il rischio di incidenti, sovraffollamento autogrill di predatori come tonni , pesce serra, trota di mare ecc. ecc. Seriamente parlando dice  Oliver Mordenti  
"riprodurre in cattività l'anguilla ci permetterebbe di ottenere milioni di piccoli da utilizzare per ripopolare tutti i fiumi italiani ed anche europei. Inoltre sarebbero sufficienti un numero esiguo di esemplari prelevati dalla natura se si pensa che una sola anguilla  è capace di produrre più di un milione di uova. Attualmente l'ostacolo più difficile è quello di trovare l'alimento adatto alle larve appena nate."
L'idea viene proprio mentre si fa sport,  dimensione in cui si è mentalmente molto più rilassati ed i nostri muscoli e cervello sono irrorati di sangue fresco ..... la corsa è parte integrante di tutto questo.
Percorrere a piedi la strada che le nostre anguille compiono per arrivare al mare prima di staccare il "biglietto" per il Mar dei Sargassi.
Un viaggio a tappe (10 circa) da correre in solitaria o accompagnato da amici runner che si vogliono unire per una o parte di qualche tappa raccogliendo Fondi per la ricerca e la salvaguardia di questa importante specie Ittica. "un Po ..... di Oliver Mordenti" è il nome dell'evento. Un piccolo gioco di parole che evidenzia si il nome del più importante e lungo fiume d'Italia  ma anche una parte importante della vita del nostro atleta. Un piccola opera, appunto, creata, redatta e condotta appunto dall'atleta Cesenate (..... di Oliver Mordenti). Sarà un piccolo ma grande film personale che appassionerà sicuramente tutti gli amici runner e tutti coloro che sanno cosa vuol dire "sfidare" i propri limiti e vivere i propri sogni affinché la parola libertà rientri a pieno diritto nel proprio io. Naturalmente tutte le puntate del film prossimo venturo potranno essere seguite tramite i principali social con aggiornamenti  continui sull'evento Facebook " Un Po di Oliver Mordenti" L'avventura prenderà il via il 24 maggio da Pian del Re  Oliver correrà accompagnato da un camper guidato dai suoi collaboratori che si preoccuperà di assisterlo in tutti i suoi bisogni Pelò nella sua immane convinzione di giornalista d'assalto ha posto qualche domanda al Prof Mordenti. E' con il classico ed italianizzato #rimanicollegato che vi lasciamo alle risposte di Oliver Oliver correrà l'evento Energizzato dagli integratori Inkospor  Oliver e le anguille tutte  ringraziano fin da ora tutte le aziende e i privati che lo sosterranno fattivamente e/o con una donazione nell'impresa. 

La Breve Intervista

- Quindi oggi si ufficializza, cosa prova il prof Mordenti?  e l'atleta? - È una sensazione strana, inizia a crescere la tensione e mi dico che adesso non posso più tornare indietro e che si fa sul serio. Da una parte vorrei più tempo per allenarmi e dall’atra vorrei partire subito…. - Un Po di Oliver… questo nome della tua sfida, la vuoi spiegare ai curiosi ed al tuo e di Domani Arriva Sempre follower? - C’è poco da spiegare…. “Un Po di Oliver…” è semplicemente una genialata del mio amico Pelo che ho fatto subito mia - Come ti è venuta l’idea di unire il lavoro con lo sport? - La corsa e la ricerca sono due cose che sono entrate nella mia vita in modo totalizzante, è stata quindi una cosa che è nata da sé, in modo naturale. - Sinceramente parlando, quanto questa è una esigenza sportiva e quanto invece professionale? - Tutto è partito dall’esigenza, ormai non più rinviabile, di trovare fondi per istituire borse di studio per il mio gruppo di ricerca. L’aspetto professionale ha un ruolo predominante ma quello sportivo è lo strumento per raggiungere il risultato finale. - Quale sarà la “ricompensa” sportiva e professionale che trarrai da questo evento? - La “ricompensa” è già la mia prima vittoria… non immagini quanti amici, sportivi, semplici conoscenti ed associazioni legate all’ambiente ed alla pesca hanno aderito con entusiasmo alla mia iniziativa. Mi hanno incoraggiato e tolto gli ultimi dubbi - Hai una programmazione di massima sui tempi ed il percorso preciso o vedrai cosa succede? - L’idea è quella di correre 60-70 km al giorno lungo l’argine del Po e, dove non è possibile, attraversare i paesi che vivono a stretto contatto con questo straordinario fiume. Il percorso l’ho già mappato e prevede la partenza Da Pian del Re sulla sorgente ed arrivare a Pila sull’ estremo delta che viene accolto dal Mare Adriatico. Se le condizioni psico-fisiche non mi seguiranno sicuramente la soluzione B potrebbe essere quella di dilatare i tempi ma non di mollare. - Non crede che il polpo e lo storione possano ritenersi messi in disparte e non collaborare più con lei nel proseguo degli altri studi? - In effetti la gelosia è serpeggiata nel mio laboratorio per un po' di tempo. Non è stato facile far capire che i fondi raccolti avrebbero potuto portare vantaggi anche a loro… Soprattutto il polpo, che si ritiene il primo della classe, mi ha schizzato inchiostro per una settimana. Quando poi hanno capito che, occupandomi di riproduzione, ci sarebbe stato “pù Viagra per tutti” allora anche storioni e polpi hanno aderito all’iniziativa. - Non sarebbe stato più giusto farla a nuoto scendendo il Po e magari arrivare nel mar dei sargassi? - Ma io so solo correre… se poi penso che fine ha fatto il mio collega che sapeva camminare sulle acque, beh allora preferisco rimanere sulla terra ferma. - Un noto suo follower rispondente al nome Cristian vorrebbe conoscere il ciclo vitale dell’anguilla, è d’accordo nell’organizzare un ritrovo pizza formativo? - Quando il trio “Ci son tanti chilometri” si ritrova davanti ad una pizza è impossibile non parlare del ciclo biologico dell’anguilla… sarebbe come andare alle cene eleganti di Berlusconi e non vedere della figa! - Un po' di figa no? - Ah ah ah… non faccio in tempo a nominarla che tu mi fai una domanda a riguardo…. ci vorrebbe eccome! Sicuramente come minimo raddoppierei le donazioni.      Domani Arriva Sempre  Andrea Pelo di Giorgio

1 Commento

  1. Io mi candido come ex “figa” per raccogliere qualche elemosina e ovviamente appoggerò soprattutto con pecunia come lui mi chiede il mio caro Oliviero!!!

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*