Le improbabili interviste di Pelò – Papà Beppe Beppetti

Casualmente, tramite twitter precisamente, osservando i piccoli personaggi disegnati per gli speaker di Radio Deejay, è così che  ho conosciuto Beppe Beppetti al secolo …… beh mantengo il riserbo. 

Era il periodo che desideravo dare un  immagine a “Domani Arriva Sempre” attraverso un personaggio che mi rappresentasse, così , armatomi di una dose di coraggio supplementare, gli scrissi ricevendo per risposta un estrema cortesia e disponibilità. 

La cosa che mi ha colpito subito di Beppe è stato il suo riuscire a trasferire sulla carta quanto a voce gli raccontavo….. Fantastico

Nasce così il primo Pelò (in realtà non lo era ancora), quello con lo zaino,  i puff/pant ,il sole e la luna, ed il nostro rapporto, seguito , nel tempo, dai Pelò impegnati nel Triathlon , quello che fa Yoga e dal compagno di vita a 4 zampe Rudy (Rodolfo) . 

In attesa di altri programmi tra i quali una vita fumettistica, Pelò è entrato nel tunnel del lavoro minorile assumendo i panni di un improbabile giornalista freelance  che pur di raggranellare “du boc” è arrivato al punto di intervistare il papà. 

Grazie Lele

Andrea Pelo di Giorgio

Blog : www.beppebeppetti.com

Pagina Facebook : Beppe Beppetti 

Twitter : @beppebeppetti

150820_CAFFE_Frontiere

 

 

 

 

 

Ciao Papà …… per favore dammi del lei nel corso di quest’intervista

  • Credo di essere il primo caso mondiale certo della paternità ma non della maternità , chi è mia mamma ?
  • Credo la creatività!
  • Quale processo deve seguire la mente per creare un personaggio ?
  • Bella domanda. Se ci fosse un processo da seguire sarebbe comodo. Un processo non esiste… ne esitono tanti. La fase di creazione può prendere strade inaspettate. A volte è sufficiente una riga fatta in un certo modo per fare deviare l’idea iniziale verso nuove mete
  • E per dargli vita ?
  • Per dargli vita forse è un processo anora più lungo e che difficilmente vede un termine. La vita a un personaggio viene data dallo stile del disegnatore (nel caso del disegno) o dallo stile narrativo (nel caso di un romanzo). Credo quindi che sia lo stile che fa la differenza e inseguire un proprio stile è il lavoro di una vita!
  • il personaggio Beppe Beppetti è nato per celare la tua identità ?
  • Non avendo nulla da nascondere direi proprio di no! E’ nato per gioco con alcuni amici disegnatori, improvvisandomi come “Pinco pallino” o come suggerito inconsciamente da un amico di matita “Beppe Beppetti”. Da allora scherzando ho finto con i miei colleghi/amici che Beppe Beppetti esista veramente. Ho creato un sito e ho postato dei disegni scostanomi un po’ da quello che era il mio stile di allora. In seguito, senza nessun calcolo o progetto ho utilizzato twitter. Per gioco ma sopratutto per rimettermi in gioco. Ripartendo da zero.
  • se si, avevi paura ti ritorsioni cattive?
  • Eh ma ho detto di no! 🙂
  • cosa vuol dire fare satira?
  • Tornare bambini e vedere le cose da un’altra prospettiva. Non necessariamente quella corretta. Semplicemente cercare di vederele da un’altro punto di vista. Se poi si riesce a far sorridere, ridere, pensare o riflettere, tutto di guadagnato. Ps: A volte si fa coinfusione con le vignette di satira: spesso si leggono critiche a certe vignette di satira dicendo che non sono belle perchè non fanno ridere. Dimostrazione che non esiste una cultura della satira in Italia. La vignetta di satira non DEVE far ridere, ma può ANCHE far ridere
  • Beppe Beppetti e lo sport ….esiste un rapporto diretto ?
  • Altrochè! Ho sempre fatto Basket, corsa e bici. Per un periodo avevo mollato, ma senza sport, anche se ora lo faccio in maniera molto soft, non si può restare!
  • La satira sportiva c’è?
  • C’è satira in ogni cosa. Dai fatti divertenti alle tragedie.
  • Più o meno facile di quella politica ?
  • Direi uguale… forse dà meno spunti
  • Più o meno richiesta/seguita ?
  • Meno richiesta, forse
  • più x meno ? domanda tranello
  • Meno! Ho una laurea in scienze naturali e ho insegnato per sette anni matematica e scienze alle scuole medie e quindi direi che più per meno fa meno. La accendo.
  • Dadgad è mio fratello ?
  • Come avevo scritto nel titolo del primo libro di dadgad “Dadgad uno di noi” è appunto uno di noi… quindi più che un fratello 😉
  • Lavori per personaggi Vip e testate molto importanti , cosa c’entra Andre Pelo di Giorgio ?
  • In quanto VIP dello sport e di un certo stile di vita!
  • Qual’ è la tua “rubrica” che ami di più ? (io impazzisco per il film in tre secondi)
  • generalmente per quella che devo fare!
  • Quale ti piace di più disegnare ?
  • Tutte! Davvero! Staccare e passare da una rubrica all’altra è divertente
  • Puoi dire alla gente come fare a seguirti ?
  • Correndo a velocità blanda! Oppure sui social specialmente su twitter o sul Blog www.beppebeppetti.com
  • Se Dadgad potesse fare un avventura da sportivo di alto livello in quale sport lo disegneresti ?
  • Qualcosa di calmo ma trasformandolo in estremo. Tipo Scacchi scalando l’everest
  • Esiste un temperino per la tavoletta da disegno dl Mac ?
  • Non lo so… io uso il pc! 🙂
  • Partendo dal fatto che la tecnologia nel tuo, come in tanti altri, lavoro ti aiuta moltissimo , ti manca la poesia della semplice matita.
  • Macchè. La carta mi piace, ma col passare del tempo mi sono convinto che sono tutti strumenti. La poesia sta in quello che si fa, non su cosa si fa. Altrimenti saremmo ancora a disegnare sulle caverne.
  • Posso asserire che sei un babbo de generis visto che non mi dai la paghetta settimanale ?
  • La speneresti tutta in un paio di nuove scarpe o in qualche diavoleria per la bici 🙂
  • Ho sentito una mamma affermare “ non faccio leggere i fumetti ai miei figli (piccoli) perché sono diseducativi” la lapidiamo ?
  • Lapidarla no, ma prendera a giornalettate si! Come ogni cosa c’è dell’educativo o del diseducativo. Sta al genitore educare il figlio affrontando anche cose che potrebbero essere diseducative. L’avventura del genitore è la più difficile al mondo e la più bella.
  • Cosa sarebbe la vita senza fumetti ?Run Your Dog - cacche
  • Più povera
  • Cosa sarebbe la tua vita senza Dadgad ?
  • Più tranquilla 🙂
  • Cultura pubblicitaria : ….e tutto d’un tratto in coro ………..
  • Mi devo fare pubblicità? Allora dico che se vi serve un disegno per utilizzo privato, per una azienda, per illustrare un menù o per qualsiasi altra cosa che può essere descritta o arricchita con un disegno contattatemi!
  • la risposta giusta era “pasta del capitano !!! ” (cantata)
  • letta questa intervista mi vuoi ancora bene ……. Papà ?
  • Direi di più!   

a prescindere dall’ultima risposta ben arrivato nello Spirito D.A.S !!!

Grazie

Pelò

DEFINITIVO_BN

1 comment on “Le improbabili interviste di Pelò – Papà Beppe BeppettiAdd yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *