“Le improbabili interviste di Pelò” – Linus

linus

 

 

 

 

Linus

sicuramente non necessita di essere presentato

per quel che mi riguarda  c’è una sintonia di pensiero che mi accomuna a lui

la voglia, comunque sia, di sdrammatizzare, di riuscire ad inserire sorrisi e sana ironia su tutto ciò che si deve affrontare per sentirsi più leggeri e sereni nel nostro passaggio di vita.

quello che fa/ha fatto per infondere quanto sopra, per la corsa, lo sport in generale, attraverso Radio Deejay (posto dove,ogni volta che sono passato, mi sono sentito come a casa) ha un valore molto più importante di quello che in realtà gli viene attribuito ma d’altronde, se lo ascoltate, lo seguite,  lo sapete già

A me non resta che ringraziarlo per il tempo che ha dedicato a questa mia divagazione giornalistica e per la cordialità, ospitalità che mi riserva ogni volta che per un motivo o per l’altro ci ritroviamo a sentirci/vederci anche per un semplice Ciao

Grazie Linus

Andrea Pelo di Giorgio

Radio Deejay One Nation One station

Blog

images-7

 

 

 

Da podista quale sono penso che il tuo “corro perché” sia partito dalla voglia di stare bene, di poter scaricare le tensioni lavorative, dall’essenza di libertà che questo sport regala transitando poi per la passione sportiva, il desiderio di migliorarsi, l’ambizione di raggiungere obiettivi più impegnativi mantenendo al contempo una grande e sana filosofia sportiva .

ho azzeccato almeno una considerazione ?

Risposta assente ….chi tace acconsente 🙂 


Ha più valore un personal best in maratona o la consapevolezza di quanto hai dato al mondo del podismo?
Forse quando sarò anziano sarò anche orgoglioso di aver convinto a correre così tanta gente, diciamo che per adesso sono ancora così competitivo che venderei l’anima per un minuto in meno…Ovviamente scherzo, la “scimmia” dei tempi per fortuna se n’è andata, e quando uno mi dice “se corro è colpa tua” per me è sempre un’emozione.

Nella mia infanzia c’era Linus dei Peanuts, nella fase adulta Linus di Radio Deejay ….. sono grave?

Credo di no, specie se questo vuol dire che la tua parte infantile è ancora così presente. In fondo un fumetto o un personaggio della radio hanno più o meno la stessa funzione, divertire e fare compagnia.

Spesso vieni descritto come persona burbera (non uso altri aggettivi ) , quanto è dettato dalla tua notorietà e quanto è realtà ?

E’ un gioco che mi sono inventato tanti anni fa e che qualcuno ha preso così sul serio da crederci. In realtà nel peggiore dei casi posso dire di essere puntiglioso, preciso ed esigente, ma stronzo proprio no. Se lo fossi davvero non permetterei a chi lavora con me di definirmi così, non ti pare?

Qual’è l’arma vincente che ha portato Radio Deejay ad essere una radio faro ?

Credo un mix irripetibile tra modernità e familiarità, con una grossa spruzzata di autoironia. Che sono i motivi per cui siamo arrivati dove siamo ma soprattutto che ci hanno permesso di rimanerci per così tanto tempo. Direi che sono i tre comandamenti per tutti quelli che lavorano con me.


Sapevi di esserne in possesso o è stato un ritrovamento “casuale” in corso d’opera ?

Senza falsa modestia posso dire di sì, ero Linus già sui banchi di scuola, nel bene o nel male. Ho fatto fino alla quarta liceo senza studiare mai ma venendo promosso sempre e poi ho fatto tre volte la quinta perché avevo troppe altre cose a cui pensare…
Nei Peanuts Linus attendeva vanamente il grande cocomero a te è andata meglio, una volta è passato è stata anche una bella trasmissione poi ?

Poi la Rai ha deciso di rimandarla a data di destinare e io ho deciso che non me ne fregava niente di aspettare i loro tempi. Vivo bene anche senza.

Ultima domanda a scelta a) potresti mai darti al Curling ? b) Che fine ha fatto la Coppa Cobran ? c) quanti minuti deve bollire un uovo prima di essere sodo?

A – Il Curling richiede una cosa che non ho, cioè la pazienza.
B – La Coppa Cobram di Riccione era cresciuta troppo e facevamo fatica a continuare, ma quest’anno potrebbe ritornare.
C – Io cucino col cronometro, visto che non so fare nulla. Quindi sono sicuro, nove minuti.

E’ stato un grande piacere Linus,  la tessera D.A.S ce l’hai in mano già da un po’

Pelò

2 Commenti

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*