Arriva la Flessibilità per i podisti .

DEFINITIVOFlessibilità.

Condizione fisica che, a rigor di logica, dovrebbe essere mantenuta, incrementata, curata da ogni singolo umano sia che esso pratichi sport  o meno.

L’importanza di questa condizione nei praticanti sportivi assume un valore importantissimo che spesso non viene curato o semplicemente accantonato per mancanza di tempo, “ingordigia” da allenamento, od entrambi i casi.

E’ col passar del tempo, dei km, che il fisico presenterà il conto restituendo all’atleta un fisico rigido più soggetto ad infortuni e molto meno adattabile posturalmente.

just pilates (2)– Per ovviare ed educare i podisti, puntualizza Lisa Lapomarda titolare di Just Pilates Studio Cesena,  abbiamo pensato ad un programma specifico sulla flessibilità che combina esercizi che mirano a:

 

– migliorare il range di movimento delle articolazioni più importanti e coinvolte nel gesto atletico,
– migliorare la forza che le stesse articolazioni possono applicare durante la prestazione
– migliorare la capacità respiratoria perché la colonna e le coste diventano più estendibili
maggiore resistenza allo sforzo,  quando le articolazioni sopportano diversamente il carico resistono allo stress e mantengono i legamenti elastici
– minor rischio di infortuni
– migliore recupero muscolare.
Chiaramente il programma diventa importante ed efficace solo con costanza e pazienza, poiché anche questo viene considerato un allenamento ( recupero attivo) e quindi considerato con le regole del caso: regolarità e obiettivi.
La specificità delle lezioni punta sulla qualità del movimento, sulla gradualità e la sinergia del lavoro muscolare.
E’ un programma per tutti perché si rispettano sempre i limiti e le possibilità anatomo-funzionali di ognuno.
Durante la lezione si eseguono esercizi di mobilità articolare e allungamento muscolare delle varie catene maestre ( anteriore e posteriore); si porta particolarmente attenzione al lavoro sulle torsioni che durante la corsa ( o il gesto atletico) facilità la fase di spinta del piede, la salute del ginocchio, dell’anca, e della schiena; e alla mobiltà delle colonna come veicolo più importante per la respirazioe e l’espansione toracica.
Concludo dicendo che la forza senza la flessibilità è come una macchina potente senza il motore… forza e flessibilità devono lavorare in armonia….. il cervello è il segreto.

BE SMART….

Info su costi, programmazione, durata: andigio.pelo@gmail.com

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*